Rete territoriale

L'Associazione Progetto Accoglienza si prefigge anche lo scopo di far crescere una rete sociale in grado di accogliere ogni individuo e di includerlo nella realtà socio-economica locale. Un cambiamento culturale che parte innanzitutto dal territorio in cui l'associazione è inserita, il Mugello, e che si articola attraverso la conoscenza dei fenomeni migratori e delle cause che li generano, il rispetto delle differenze, il contrasto all'ignoranza, lo stimolo ad una cultura di pace e di accoglienza. Per questo collabora con altri soggetti organizzati in modo continuo e mirato alla realizzazione di progetti volti alla formazione e all'educazione interculturale; in particolare le scuole, altre organizzazioni di volontariato, istituzioni, i mezzi di informazione. Interlocutori pubblici: Comuni (veste un posto di rilievo naturalmente il Comune di Borgo San Lorenzo), Comunità Montana Mugello, Provincia, Regione, Prefettura di Firenze, Ministero dell'Interno, Azienda Sanitaria, Società della Salute Mugello, Scuole di vario ordine e grado, Università, Questura di Firenze , Istituto degli Innocenti, ANCI toscana e Nazionale, Servizio Centrale. Interlocutori del privato sociale, enti religiosi e privati. CNCA, Tavola della Pace, Cesvot, ASGI, Rete Nazionale Centri Interculturali, Cospe, Consulta del Terzo Settore Società della Salute, Parrocchie, Caritas Diocesana,Terz'Ordine Francescano di San Carlo, Arci, Cir, Unhcr, Fondazione Don Milani, Fondazione Il Forteto, Fondazione Michelucci, Fondazione Banco Alimentare, Unicoop (Progetto buon fine), Cerisc (Associazione etnopsichiatri), Casa di Accoglienza Scarperia, Misericordia Scarperia (Punto di Collegamento), Associazione La Escalera (Commercio Ecquo e Solidale), Centro di Aggregazione "Chicchessia", Associazione Istok , Associaizone culturale Bee.com.